2 dicembre 2019

BricsCAD V20

Un nuovo comando di editing basato su IA e le superfici topografiche sono le novità che spiccano fra le tante presenti nelle versioni Classic, Pro e Platinum di BricsCAD

Ecco quali sono le le novità principali incluse nella versioni V20 di BricsCAD Classic, Pro e Platinum che - tra l'altro - in fase di installazione installa anche BricsCAD Shape, il modellatore concettuale gratuito di Bricsys.

INTERFACCIA di AVVIO   

Una nuova interfaccia si presenta all'avvio del programma. Sicuramente più ordinata e funzionale della precedente.
Si ha accesso anche alla sezione Tutorial ed al Market delle applicazioni di terze parti.
la schermata iniziale

DARKMODE

Finalmente la notizia che è più rilassante lavorare - per ore - con una interfaccia scura e che - tra l'altro - questa richieda meno consumo di energia elettrica per i portatili, è arrivata anche a Gand (sede della Bricsys).
Per chi volesse rapidamente ripristinare l'interfaccia chiara delle precedenti versioni basta cambiare valore alla nuova variabile COLORTHEME inserendo il valore 1. 


NUOVE ICONE

Sono state inserite una serie di icone poste lateralmente all'area grafica per richiamare i vari pannelli relativi a: Suggerimenti, Proprietà, Layer, Riferimenti esterni, Gruppo di fogli, Parametri e vincoli, Struttura e Bricsys 24/7

i vari pannelli di BricsCAD

nella parte superiore invece sono state aggiunte altre icone per richiamare i comandi di utilizzo più frequente come ad esempio : applica proprietà, seleziona simile, nascondi entità, isola entità, massimizza schermo,


COPIA GUIDATA

Un altro comando basato su IA (a quanto dicono) è Copia Guidata.

Dopo aver selezionato gli oggetti da copiare, il programma cerca di riprodurre, durante la copia, la  relazione che gli oggetti avevano con gli oggetti adiacenti a cui erano collegati.

Non appena il comando si trova nelle condizioni di poterlo fare, cioè in prossimità di oggetti simili a quelli a cui erano collegati gli oggetti da copiare, i nuovi oggetti copiati si dispongono / orientano automaticamente.

Il comando può eseguire se necessario un Taglia sugli oggetti limitrofi alla copia per riprodurre le condizioni 'grafiche' che gli oggetti copiati avevano in origine.

L’animazione seguente chiarisce meglio il concetto.
In un primo esempio si nota come la copia della scrivania e della sedia si ruota in automatico quando trova l'intersezione dei muri a 90° nei box sottostanti a quello di partenza.

Nel secondo esempio si nota come il comando effettua il taglio della polilinee di destinazione della sagoma concava, anche su tratti posti ad angoli diversi da quello di partenza.

Infine il classico esempio della porta applicata su muri (nb: dello stesso spessore) .



BLOCKIFY

Il comando, che ha il compito di riconoscere raggruppamenti identici di oggetti e trasformarli in blocchi, è stato ulteriormente migliorato
  • viene richiesto il nome del blocco da creare
  • viene verificato se la geometria da trasformare in blocco è identica a blocchi già definita nel disegno
  • include la funzionalità di riconoscimento delle SERIE
Come si vede nell'animazione, da linea di comando si è richiamata l’opzione “Impostazioni” dalla quale si accede ad una serie di altre opzioni. Tra queste la possibilità di abilitare il riconoscimento di elementi disposti in una SERIE.

A proposito del riconoscimento automatico delle SERIE nel disegno,  sul sito della Bricsys c'è una interessante intervista ai 2 programmatori russi che hanno implementato questa feature.


 SUPERFICI TOPOGRAFICHE TIN

In BricsCAD V20 Platinum sono inclusi nuovi comandi per la creazione della geometria TIN (Triangulated Irregular Network). In pratica generazione e modellazione di rappresentazioni 3D del terreno tramite mesh a maglie triangolari. La triangolazione della superficie si basa sull'algoritmo Delaunay.

Collegati a queste 'superfici topografiche' TIN ci sono i nuovi oggetti Terrazzamenti. Sono delle costruzioni basate su una impronta 2D, la quale si congiunge con il modello TIN tramite una superficie di raccordo con pendenza variabile.

Di seguito la descrizione sommaria del nuovo set di comandi i quali, attivando l'area di lavoro Modellazione, sono anche disponibili nel Ribbon 'Civile'.
il ribbon Civile disponibile nell'area di lavoro Modellazione

TIN

Il comando TIN genera la mesh tramite:
  • importazione di file con le coordinate X,Y e Z di una serie di punti
  • specificando manualmente i punti nell’area grafica.
  • selezionando punti e polilinee 3D
  • convertendo una superfici generata da AutoCAD Civil 3D.
Una volta importata la superficie, agendo sui controlli presenti nella tavolozza delle proprietà, si può modificare la sua rappresentazione :
  • visualizzare le curve di livello (curve che congiungono punti aventi la stessa quota)
  • modificare  l’ intervallo delle curve di livello
  • modificare  l’ intervallo delle curve di livello principali
  • nascondere i triangoli che compongono la mesh
  • visualizzare i punti
  • assegnare dei colori diversi a questi elementi
Nella tavolozza Proprietà, nella sezione ‘Statistiche TIN’, si possono conoscere il numero dei punti, la quota minima e massima e lo sviluppo della superficie in 2D e 3D.
una superfice TIN rappresentata tramite contorni e curve di livello

Da notare che quelle che chiamiamo comunemente Curve di livello, nel pannello sono indicate come ‘Contorni’.

Ulteriori parametri di configurazione delle superfici TIN si trovano nel comando Opzioni nella sezione ‘Civile’.
le altre ozpioni di configurazione nel comando Opzioni

TINMERGE

Questo comando unisce superfici TIN e/o GRADING (Terrazzamenti) creando una unica superficie TIN.

TINVOLUME

Crea una superficie TIN che rappresenta la differenza tra una TIN di base e TIN di confronto.

TINEDEIT

Consente di aggiungere / rimuovere contorni dalla superficie TIN o linee di discontinuità o punti.

TINESTRAI

Crea una mesh o un solido 3D compreso nello spazio tra superfici TIN oppure tra la superficie TIN e la superficie ipotetica posta ad una certa elevazione rispetto  la prima superficie.

TINMODIFICA

Un potente comando di modifica della TIN in maniera interattiva. Si può definire un'area circolare  che passando sulla superficie della TIN 'media' i valori delle quote dei punti sottostanti smussando la superficie.
Questa trasformazione può essere fatta anche selezionando un poligono chiuso da utilizzare come strumento di modifica dei punti.

TERRAZZAMENTO

Quando si ha la necessità di materializzare dei movimenti di terra su una superficie TIN il comando TERRAZZAMENTO, partendo da una impronta 2D, permette di sviluppare un volume (di riporto o di sterro) che si conforma all’andamento della superficie TIN.

È possibile specificare la pendenza della superficie verticale di raccordo con la TIN (anche dinamicamente).
Sarà creato un nuovo oggetto chiamato Grading con proprietà simili alla TIN.

un oggetto GRADING (terrazzamento) originato da una impronta
2D e collegato alla TIN tramite una superficie inclinata

TRACCIATI E PROFILI VERTICALI

Collegati alle superfici topografiche TIN ci sono quelli che vengono chiamati Allineamenti.
Rappresentano dei tracciamenti lineari sulla superficie TIN, cioè la base per progettare linee stradali, ferroviarie e simili.
I tracciati possono essere collegati bi direzionalmente a dei profili verticali.

Descriviamo i comandi relativi a questo tipo di oggetto:

ALLINEAMENTO

Tramite l'immissione di punti consecutivi su una TIN il comando materializza un tracciato e, al termine, opzionalmente viene creata una vista in sezione del tracciato. Quello che in topografia chiamiamo il profilo verticale.

Il profilo verticale è un oggetto vero e proprio (chiamato Vertical Alignment View) composto da un riquadro e una spline (oggetto Vertical Alignment) avente i vertici che rappresentano le intersezioni dei punti immessi in precedenza con la superficie della TIN.

Il riquadro (nell'immagine seguente in blu) ha come proprietà la scala delle X e delle Y modificabili in maniera da impostare scale di rappresentazione diverse per le distanze e per le quote.

un tracciato orizzontale (Alignment) sulla TIN ed il suo profilo verticale (Vertical Alignment View)

ALLINEAMENTOEDITA

Consente di aggiungere o rimuovere punti dall'allineamento verticale.


PROCESSANUVPUNTI

Il pre-procesing delle nuvole di punti adesso supporta anche i file in formato ReCAP .rcp . Al termine il comando produce un file .vrm (modello di realtà virtuale) altamente efficiente che è possibile allegare direttamente al disegno.

Le dimensioni di questo file sono molto ridotte rispetto alla precedente tecnologia basata su file .bpt.

I sistema basato su file .BPT introdotto con la V19 non è più supportato. Dalla V21 non sarà nemmeno più apribile.


ARCHI

Tramite la pressione del tasto CTRL si può invertire, in fase di disegno, la direzione dell'arco per il comando ARCO e Arco di POLILINEA.


PEDITEXT

Peditext è il  comando per la modifica dei vertici e segmenti di polilinea.
In questa versione è stato esteso per supportare tutti i tipi di polilinee, anche 3D.


IMMAGINI

Sono supportate alcune varianti del formato TIFF. Le immagini organizzate come mosaici o strisce sono ora supportate. Supporto per le profondità di colore come : Bitonale, RGB, Palette, CMYK, YCbCr, CIE L * a * b *, CFA (Color Filter Array), LinearRaw, Pixar LogL e LogLuv.
Tra i tipi di compressione supportati ci sono: CCITT, LZW, JPEG (nuovo e vecchio stile), NeXT, PackBits Macintosh.


DEFATT

Quando si crea una definizione di attributo (comando DEFATT) all'interno del campo ETICHETTA si può richiamare un menù contestuale  "Seleziona proprietà" che consente di scegliere i nomi delle proprietà da un elenco strutturato ad albero.
Nel campo "Richiesta" apparirà un messaggio di richiesta coerente con il tipo di etichetta selezionata.
gli step per aggiungere all'etichetta di un attributo una proprietà tra le tante degli oggetti di BricsCAD


SHOWFULLPATHINTITLE

Questa variabile se uguale a 1, mostra il percorso completo del file di disegno ,correntemente aperto , nel titolo della finestra principale di BricsCAD.
il nome del file completo se la variabile è uguale a 1


HATCHEDITEXT

Questo comando serve per aggiungere o rimuovere i vertici dei tratteggi.


FILE RHINOCEROS

A partire dall'edizione Platinum, BricsCAD esporta ed importa in formato .3DM, i file di Rhinoceros.

BLOCCHIPARAMETRICI

Alcune funzionalità sono state anticipate al pubblico e dovrebbero essere disponibili in un upgrade rilasciato a fine dicembre 2019.
Una di queste è il comando Blocchiparametrici che  crea blocchi con vincoli intelligenti automatici, flip line, curve guidate e stati di visibilità.

CONCLUSIONI

A tutte le novità elencate sopra bisogna aggiungere una migliorata gestione di file di grandi dimensioni e l'aumentata velocità in fase di stampa.

Con la V20 abbiamo visto nascere i primi comandi di quello che sarà un modulo software dedicato all'ingegneria civile (tipo AutoCAD Civil 3D).

Insieme ai continui progressi nella gestione delle nuvole di punti, al loro ambizioso progetto 'Scan to BIM' (riconoscere gli oggetti BIM da nuvole di punti interne ed esterne all'edificio) e agli oggetti 'Civil', la garanzia che offre BricsCAD è quella di poter passare dal 2D al BIM facilmente e senza traumi, sempre in maniera trasparente e senza conversione di dati e trasformazioni di oggetti.

In questo video un riepilogo di quanto esposto in questo articolo:


BricSYS mette sempre a disposizione una versione Trial di BricsCAD V20, utilizzabile senza limiti per 30gg. La versione è la Ultimate che contiene tutto ( Modulo BIM e Mechanical) ed è disponibile per Windows, Mac e Linux.

Nessun commento:

Posta un commento