11 ottobre 2020

Usare Smart Mouse di ZWcad in altri CAD

Uno strumento semplice per richiamare rapidamente i comandi in ZWcad. Ma si può usare anche negli altri CAD ?

Toolbar, menu contestuale, Quad menu, i software CAD cercano di offrire agli utilizzatori strumenti per richiamare nella maniera più comoda e rapida i comandi.

Le icone nelle toolbar richiedono uno spostamento del puntatore dall'area di disegno in cui si sta operando all'icona che rappresenta il comando da lanciare.

Molto meglio un menu contestuale richiamabile con il tasto destro o un Quad menu di BricsCAD che appaiono nell'area grafica in prossimità del cursore.

Sempre competitivo l'utilizzo delle abbreviazioni da tastiera che, per chi ha imparato a muoversi su di essa senza abbassare lo sguardo, rappresenta un modo rapidissimo per invocare i comandi.

A tutte queste modalità non si può non aggiungere lo strumento chiamato SMART MOUSE di ZWcad.

Lo SMART MOUSE di ZWcad

Lo strumento SMART MOUSE serve ad avviare i comandi semplicemente tracciando delle forme  (gesture in inglese) con il cursore del mouse mentre si tiene premuto il tasto destro.

Il sw interpreta le forme descritte e le confronta con quelle definite in un apposito dizionario.

Lo SMART MOUSE di ZWcad. Tracciando una serie di forme con il puntatore vengono eseguiti i comandi ad esse associati: prima Raccorda poi Specchia ed infine Cerchio

Nel dizionario ci sono più di 40 forme:  lettere maiuscole, numeri e vettori lineari con varie inclinazioni.

Ad ogni forma si può associare un comando o una stringa qualsiasi che sarà inviata sulla linea di comando.

Questo strumento consente di richiamare rapidamente i comandi senza spostare il cursore in un'area particolare dello schermo.

Smart Mouse si gestisce dal ribbon Strumenti. 


Il pulstante "Smart Mouse" ne abilita/disabilita il funzionamento, mentre l'icona "Impostazioni" richiama il comando SMARTMOUSECONFIG che serve per assegnare le corrispondenze tra forme tracciate e comandi. 

L'interfaccia di personalizzazione consente di inserire anche delle 'macro', cioè oltre al nome del comando si può inserire una sua opzione, ad esempio: ZOOM E.

E' opportuno assegnare i comandi a forme semplici, con meno segmenti possibili in maniera da essere davvero rapidi nella loro descrizione.

Dopo un primo periodo di self-training per memorizzare le traccie e i relativi comandi associati non sarà facile fare a meno di questa funzionalità. 

Tra l'altro uno strumento del genere è indispensabile quando si lavora in modalità Clean screen con l'area di lavoto massimizzata.

Le impostazioni personalizzate di Smart Mouse vengono salvate in un file XML (MouseGesture.xml ) presente nella cartella Support contenuta nel percorso indcato dalla variabile ROAMABLEROOTPREFIX.

Come usare uno smart mouse in altri CAD?

Esistono altri CAD (vedi DraftSight) e alcuni modellatori solidi parametrici che hanno una funzionalità similie. Ma per i CAD che ne sono sprovvisti ? Come fare per avere uno strumento simile ?

Ho cercato tramite i motori di ricerca e mi sono imbattuto in questo post di Cadforum che suggerisce l'utilizzo di un sw free: StrokeIt.

StrokeIt Home è un programma freeware - se per uso personale - che è stato concepito per funzionare con qualsiasi applicazione Windows.

Tramite una interfaccia grafica - per ogni programma - si stabiliscono le azioni che deve compiere in base alla traccia che l'utente definisce muovendo il mouse sullo schermo e tenendo premuto il tasto destro.

Usare StrokeIt con altri CAD

Dopo aver scaricato (da https://www.tcbmi.com/strokeit/downloads.shtml) e installato il programma (l'eseguibile è grande solo pochi kb) richiamare la finestra del programma cliccando sulla system tray l'icona con la freccia.

Il programma presenta un elenco di applicazioni pre-impostate (le più comuni) per le quali sono state definite già delle azioni associate ai movimenti del mouse.

Aggiungere un nuovo programma

Gli step per aggiungere un nuovo programma alla lista e attribuirgli le azioni prevede i seguenti passi:

1 - Dal menù File selezionare "New Application". Nella struttura ad albero sarà aggiunto un nuovo ramo :  App .

2 - Selezionare il nuovo ramo e premere il pulsante [Add...] che si trova in basso a sinistra. 

3 - Nella nuova finestra selezionare l'opzione "File name" ed inserire il nome dell'eseguibile nella casella sottostante, questo serve a comunicare a StrokeIT il nome del programma in cui deve funzionare.

Se si sta utilizando AutoCAD inserire acad.exe, per GstarCAD usare gcad.exe, per nanoCAD ncad.exe , per progeCAD pcad.exe, per BricsCAD bricscad.exe.

Al termine chiudere la finestra.


Aggiungere le azioni

4 - Selezionare la voce App appena aggiunta nella struttura ad albero e poi, dal menu file, "New action"

Una azione è caratterizzata da 2 elementi : 

  • la forma che deve descrivere il mouse
  • il comando che deve inviare alla applicazione ospitante.
4a - dalla lista a scomparsa che appare in basso a destra selezionare una forma e poi premere il pulsante [Add gesture]. 

Ora bisogna assegnare un comando a questa azione.

4b - selezionare dal menù File "New command", poi dalla lista a scompara in alto a destra selezionare la voce "Keys - send keystrokes". Si sta comunicando al programma che dovrà inviare al CAD una serie di caratteri.

Nel box in basso scrivere infine il nome del comando da invocare seguito da "[RETURN]" che indica che deve essere immesso anche un Invio subito dopo il nome del comando.


I nomi dei comandi possono essere quelli della versione italiana. Nell'animazione precedente ho utilizzato la dicitura in inglese preceduta da _ (underscore) che funziona in CAD di qualsiasi lingua.

5 - Ripetere i punti 4a e 4b per inserire tutti i comandi che si desidera.

Altre impostazioni di StrokeIT

Altri parametri da considerare in StrokeIT sono:

  • la possibilità di farlo avviare all'avvio di Windows
  • il colore della traccia
  • visualizzare l'icona del programma nella system tray
  • il tasto per la disabilitazione momentanea del rilevamento dei movimenti del mouse.

tutte queste opzioni sono presenti nella finestra Preferences richiamata dal menu Edit


Il programma se non riconosce la forma (gesture) può emettere un avviso e chiedere all'utente di assegnarla ad una azione. 

Per aumentare il ventaglio di tracce (gesture) definibili,  StrokeIt tiene conto di come queste vengono tracciate. Una forma che ricorda la lettere L la si potrebbe descrivere partendo dall'alto verso il basso e poi andando a destra. Ma si potrebbe fare anche il contrario : partendo da destra verso sinistra e poi in alto.

E' per questo motivo che nelle lista delle tracce descrivibili per ogni forma di lettera maisucola esiste la versione reversed... al contrario.

StrokeIt, come si vede nell'immagine, consente di assegnare più di una traccia (gesture) ad un comando, facilitandone il richiamo da parte dell'utente.

Una feature molto comoda di questo programma è quella che permette salvare in un file esterno le azioni assegnate ad un programma. In questa maniera è possibile utilizzarle su altre postazioni di lavoro o condividerle con altri.

Per farlo, dal menu File selezionare "Export config". Il programma crea un un file in formato XML con estensione .SXP.

Questo è il link al file CAD.SXP che ho esportato da StrokeIT e si può utilizzare con AutoCAD, BricsCAD, GStarcad, nanoCAD e progeCAD. Per altri CAD basta aggiungere il nome dell'eseguibile alla lista. Per importarlo: menu File / Import config.

Il file di esempio contiene le azioni: polilinea con la traccia (gesture) P, offset con I, sposta con S, cerchio per C, ruota con L, spezza con V e taglia con un vettore orizzontale da sinistra a destra.

Nell'animazione seguente potete vedere il richiamo di alcuni comandi (cerchio, plinea, taglia, ruota e   sposta).


Attenzione: con StrokeIT abilitato non è più disponibile il menu contestuale che appare tramite il click del tasto destro del mouse.

 

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina